LUOGHI DA VISITARE

L'Arcipelago delle Egadi

Le isole Egadi, Favignana, Levanzo e Marettimo, si scorgono da Trapani e da tutto il litorale sud. Vi si arriva in pochi minuti dal porto di Trapani, eppure non appena giunti alle Egadi si è lontani da tutto, immersi in un ambiente ancora incontaminato e di rara bellezza.

Favignana, dominata dal Monte di Santa Caterina, dove ogni anno a Maggio si ripete il rito antico della pesca del tonno, accoglie il visitatore con la regalità della Tonnara Florio, esempio imponente di archeologia industriale, ma anche con l’eleganza e la leggerezza tipica dello stile liberty del Palazzo Florio; lo affascina con la limpidezza del suo mare ricco di storia ove si combatté la battaglia navale delle Egadi nel 241 a.C. tra Romani e Cartaginesi; lo cattura con il silenzio delle sue cale: Cala Rossa, Cala Azzurra, Grotta Perciata, Cala rotonda; lo stupisce con i colori della sua campagna. L’estrazione e l’utilizzazione del tufo, pietra arenaria di Favignana, hanno deciso il colore di molte città vicine e scritto una pagina importante dell’economia dell’isola.

Di fronte alla costa settentrionale di Favignana affiora l’isola di Levanzo, dai fondali ricchi di testimonianze archeologiche, la cui antichissima origine si scopre visitando la Grotta del Genovese ed osservando le pitture neolitiche di 5.000 anni fa.
Levanzo, l’antica Phorbantia, è la più piccola delle tre isole ha coste alte e scoscese e raggiunge l’altitudine massima di 280 metri, all’occhio del turista si presenta integra e bellissima, vero paradiso incontaminato per chi ama il turismo silenzioso.
Il porticciolo ed il piccolissimo paese sono posti in una insenatura naturale, a sud dell’isola, dove vi attraccano plurigiornalmente sia gli aliscafi che i traghetti, ma il flusso turistico non è per niente caotico.
Anche a Levanzo come per le altre isole il “couscus” di pesce e i “busiati”, fanno parte della gastronomia locale.

A nove miglia ad ovest di Favignana, Marettimo è la più lontana e la più selvaggia delle tre isole Egadi. Con le sue splendide grotte, i sentieri di montagna offre al visitatore l’occasione di ritrovarsi in perfetta simbiosi con la natura.

Vero paradiso per i subacquei ha fondali ricchi di fauna e flora che hanno giustamente meritato di essere protetti Riserva naturale marina delle Egadi. Per chi ama le passeggiate l’interno è interessante ma i sentieri non sono dei più agevoli. Vale comunque la pena arrivare a metà del Monte Capraro ove si trovano le “Case Romane” fortilizio di epoca romana.

Chi cerca le comodità e il rumoroso turismo è fuori posto a Marettimo dato che vi sono solo poche strutture ricettive. Per il giro dell’isola bisogna rivolgersi ai pescatori locali.

Altri luoghi

Dall’aeroporto di Trapani Birgi (Vincenzo Florio), procedendo verso nord raggiungerete il comune di Paceco, la Riserva Naturale delle Saline di Trapani e Paceco, protetta dal WWF, quindi la Città di Trapani, da dove potete raggiungere in traghetto o più velocemente in aliscafo, le Isole Egadi, Favignana, Levanzo e Marettimo.

Proseguendo ancora incontrerete Erice, città arrampicata in cima al monte San Giuliano e più avanti, Valderice e Custonaci, da li si raggiunge la Riserva Naturale del Monte Cofano, quindi San Vito lo Capo, sempre da Custonaci, proseguendo verso Palermo, si arriva a Segesta con il maestoso tempio e l’anfiteatro della Grecia antica, poi Castellammare del Golfo che da il nome allo stupendo e grande golfo che da San Vito lo Capo si estende fino all’aeroporto di Palermo Punta Raisi, da Castellammare, oltrepassando le frazioni di Fraginesi quindi Guidaloca, si arriva a Scopello e alla Riserva Naturale dello Zingaro, proseguendo dopo la riserva si può raggiungere a San Vito lo capo.

In direzione Sud troverete per prima la Città di Marsala con innumerevoli punti di elevato interesse storico e turistico, città di circa 100.000 abitanti, una delle sue caratteristiche urbane è la suddivisione in 104 contrade. Da Marsala, attraversando in barca la laguna dello Stagnone, si raggiungono l’Isola Grande e l’Isola di Mothia
Ancora più avanti le città di Mazara del Vallo, Castelvetrano, Campobello di Mazara, Selinunte con il sito archeologico più grande d’Italia, dichiarato patrimonio dell’Unesco, Marinella di Selinunte e Agrigento.

Sempre dall’aeroporto di Trapani Birgi, proseguendo in direzione Est si incontrano, Salemi, Gibellina e Santa Margherita Belice e poi tutta la Sicilia.

Hai bisogno? Scrivici